14
Mar

UISP: Tour Bike Transumanza

Transumanza atleti_MTBLatina

Sei atleti della MTB Latina hanno preso parte al 9° Tour Bike della Transumanza, sui tratturi tra Puglia, Molise e Abruzzo.
Una folta rappresentanza della Mtb Latina ha preso parte alla nona edizione del Tour Bike della Transumanza. Per la società presieduta da Raffaele Gallo, hanno pedalato sui tratturi percorsi dagli antichi pastori, dalla Puglia per il Molise fino all’Abruzzo, ben sei portacolori: Alfredo Conte, Augusto Gambacorta, Gabriele Grossi, Aldo Ustione e Cristian Ustione.

Il Tour della Transumanza è una manifestazione a numero chiuso, fissato in cento atleti, che si articola su tre giornate vissute tra sterrato e boschi, per un totale di circa 350 chilometri.

La Mtb Latina era alla sua terza partecipazione, su un percorso durissimo, impegnativo, tutto sterrato. «A Pescasseroli – raccontano i sei ciclisti pontini – siamo saliti in seggiovia caricando anche le biciclette, e poi ci siamo lanciati in un’ardua discesa attraverso il bosco. Tutto il tracciato era articolato tra discese impegnative e salite ripidissime: in confronto la Semprevisa è molto più agevole. Il Tour Bike della Transumanza è un’esperienza da vivere assolutamente per tutti coloro che vanno in bicicletta».

Non si tratta di una vera e propria gara, anche se hanno partecipato atleti di livello assoluto, perché non sono previste classifiche e premiazioni: in considerazione delle asperità che gli atleti sono chiamati ad affrontare, ci sono guide posizionate davanti, al centro e dietro ai gruppi. «Chi vuole competere – proseguono i sei della Mtb Latina – può accelerare e poi aspetta gli altri, ci sono tutte le possibilità per divertirsi, anche perché è tutt’altro che una passeggiata».

Nel gruppo dei pontini merita una citazione Gabriele Grossi, che ha brillantemente portato a termine tutte le tappe nonostante una condizione non ottimale.

Il gruppo si è riunito a Villavallelonga, in provincia dell’Aquila, e da qui ha raggiunto in pullman il luogo di partenza: Orta Nova, nei pressi di Foggia. La prima tappa di circa 60 chilometri ha preso il via da Orta Nova, facendo tappa al Santuario dell’Incoronata per raggiungere poi Lucera. La seconda giornata ha visto i ciclisti lasciare la Puglia con destinazione Campobasso, mentre il terzo giorno dal Molise il gruppo si è diretto verso Castel di Sangro per la tappa più intensa e faticosa. Ultima prova, da Castel di Sangro a Villavallelonga, dove tutta la popolazione ha atteso gli atleti, pronta a festeggiare il loro arrivo a cominciare dal sindaco.

«La seconda tappa è stata la più lunga – ricordano ancora i sei protagonisti dell’avventura – con oltre cento chilometri da percorrere su strade sterrate, terza tappa invece si è rivelata la più difficile e dura: nel bosco ci ha colto un temporale, siamo arrivati a Castel di Sangro tutti bagnati e infreddoliti, ma soddisfatti per la fatica».

 

Facebook Comments

Tag:

There are no comments yet

Why not be the first

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: