15
Mar

A Sezze è andato in scena il 3° Gran Premio di Ciclismo organizzato da Filippo Simeoni

Primo gruppo 1 arrivatoCOMUNICATO STAMPA FILIPPO SIMEONI CAMPIONE ITALIANO 2008 CICLISMO SU STRADA HA PRESENTATO CON LA SUA ASD GLI AMICI DEL BORGO IL 3° GRAN PREMIO DI SEZZE DI CLICLISMO.
Domenica 16 settembre a Sezze è andata in scena una bella festa di sport. Il padrone di casa del 3° Gran Premio Città di Sezze è stato Filippo Simeoni che con la sua associazione gli Amici Del Borgo e i partner dell’ASD Il Pirata, chiaro titolo in omaggio al suo ex capitano Pantani, ha pensato proprio a tutto. filippo simeoni con il  figlio piccoloC’era la gara per gli amatori, c’erano i ragazzi e le ragazze che si esibivano in un circuito di cingana, c’erano le attrazioni per i più piccoli ma soprattutto c’era quella bellissima aria di sano sport. Il regista è stato lui, il gregario di sempre, campione per una volta, l’unico Campione d’Italia a non essere stato invitato al Giro d’Italia, successe nel 2009. Filippo era reo di aver aperto la sfida al grande Lance Armstrong per questioni di doping e di dottori in comune.

Il 2004 è l’anno degli gli attriti tra i due scaturirono dalla confessione di Simeoni sulle sostanze dopanti comprate dal suo medico, lo stesso che seguiva Armstrong. Al Tour de France, Simeoni ormai in fuga, venne ripreso da Armstrong intimandogli di fermarsi, nessuno si aspettava una mossa del genere da un campione come l’amerciacano.

“Questa è una bella giornata per tre cose – dice Simeoni – per la grande partecipazione di tutti a questo 3° Gran Premio Di Sezze, evento che da quando ho smesso di correre ho voluto con tutto me stesso. Perchè sono reduce da una bellissma festa fatta a Verona dagli amici della Carrera. C’erana diverse generazioni da Moser a Chiappini, Ghirotto, Votolo, Giannelli, Bartolin, Checchin, Leali è stato emozionante e terzo per aver sentito le ultime su fatti antichi… ma non voglio fare polemiche…”

Armstrong si è arreso non si difenderà più dagli attacchi sul doping. Questà è l’altra vittoria del gregario di sempre. “A me interessa che lo sport puro e pulito venga promozionato. Del passato cerco di ricordare il bello. Il brutto mi è servito per migliorare. Non interessa a nessuno tornare indietro. Si vince pensando a oggi e al futuro…”

A Sezze domenica ha vinto lo sport. La storia non si dimentica sul manifesto c’è lui. Con la bicicletta al vento.

Alla Vuelta del 2001 Simeoni fermò a baciare la bicicletta a due metri dal traguardo, concludendo poi vittoriosamente. Sarà l’immagine di sempre. “Ringrazio Andrea Campagnaro per lo sforzo e gli aiuti organizzativi, la protezione civile, fondamentale in tutto e gli enti che mi hanno permesso di realizzare la festa del 3° Gran Premio Città Di Sezze – termina Simeoni – con la speranza di vedere un giorno uno di questi ragazzi alzare la bicicletta a un metro dal traguardo…”
gruppo partenza cinganai ragazzi e le ragazze dellasd il pirata

 ragazzai ragazzi e le ragazze dellasd il pirataSecondo gruppo 1 arrivatomanifesto 3°gran premio città di sezze

Filippo Simeoni è passato nel ciclismo professionisti nel 1995 con la squadra “Carrera Jeans”,
oggi è con “Ceramiche Flaminia-Bossini Docce”.

Carriera:
2008 – FLAMINIA-BOSSINI
2007 – AURUM HOTELS
2006 – NATURINO
2005 – NATURINO
2004 – DOMINA VACANZE
2003 – DOMINA VACANZE-ELITRON
2002 – ACQUA & SAPONE-CANTINA TOLLO
2001 – CANTINA TOLLO-ACQUA & SAPONE
2000 – AMICA CHIPS-TACCONI SPORT
1999 – RISO SCOTTI-VINAVIL
1998 – ASICS-CGA
1997 – ASICS-CGA
1996 – CARRERA
1995 – CARRERA-TASSONI

Vittorie:
2008 – Campionato italiano su strada.
2005 – 2° tappa Tour of Quinghai Lake.
2004 – 5° tappa Giro d’Austria.
2003 – 19° tappa Vuelta a Espana.
2001 – 18° tappa Vuelta a Espana.
2000 – Gp Citta di Civitanova Marche.
2000 – Regio Tour International.
2000 – 2° tappa Regio Tour International.
2000 – 1° tappa Giro del Lussemburgo.
… Nel 2003 Maglia di miglior scalatore al Giro di Svizzera.

Piazzamenti:
1997 – 5° classificato Giro del Trentino.
1998 – 10° Giro del Lazio.
1998 – 6° Coppa Placci.
1998 – 3° Giro del Veneto.
2000 – 10° Giro del Lazio.
2000 – 4° Coppa Placci.
2000 – 2° Classificato Trofeo dello Scalatore.
2000 – 3° Coppa Agostoni.
2001 – 5° Settimana Ciclistica Lombarda.
2004 – 4° Tre Valli Varesine.
2004 – 3° Coppa Placci.
2004 – 8° Trofeo Melinda Val di Non.

Di quel periodo riportiamo i pensieri dei suoi parenti e dei suoi amici

Filippo ha vinto con la forza dell’intelligenza e del carattere, lo stesso che in anni non lontanissimi lo portò a fronteggiare un certo Lance Armstrong, il padrone di sette Tour. Fu proprio il texano, negli anni d’oro dei suoi grandi successi, a marcarlo ferocemente in quella ormai famosa diciottesima tappa del Tour 2004.

Lui, Pippo, si era infilato in una fuga con altri compagni fuori classifica; Armstrong si mosse di persona per marcarlo. Lui, il grande americano plurivincitore della “grande boucle” (quello sarà il suo sesto Tour), che si mette a tu per tu con un piccolo gregario in cerca della vittoria storica. Lo obbligò a rinunciare. La sola presenza della maglia gialla spingeva il plotone ad inseguire ed annullare la fuga.

Simeoni, per non compromettere gli sforzi dei compagni si lasciò scivolare indietro. Sono fra le poche cose che nel ciclismo fanno indignare. Nell’ultima frazione di quel Tour Filippo dovette subire anche il gesto delle corna fatto da Ekimov, compagno di Armstrong, mandato dal capitano a marcare ferocemente ogni iniziativa del Setino. L’americano, successivamente – a quanto raccontò lo stesso Simeoni – lo minacciò: “Sono ricco, ho tempo e denaro, ti distruggo, ti faccio smettere di correre”. Subì anche gli attacchi di un certo Mario Cipollini, suo capitano di squadra e amico fraterno dell’americano che, facendo pressioni sul direttore sportivo lo fece escludere dalla rosa dei partecipanti alla Tirreno Adriatica 2004 quando venne a sapere che una tappa attraversava Sezze paese di residenza di Filippo e che per l’occasione insieme al cognato aveva sponsorizzato il Gran Premio Della Montagna.

Ma ormai è storia vecchia il “cow boy” di Dallas ha smesso di correre ed il toscano è sparito dalla circolazione per Pippo, adesso, c’è questa bellissima maglia tricolore Che dedica a tutte le persone che gli sono state vicino nei momenti difficili; moglie, figli, amici; tutti quelli che lo hanno sostenuto in questi anni difficili.

Una vita in salita quella del “sezzese”, il cui ultimo successo risale al 2005 nella 2a tappa del Giro della Cina, non avendo corso in pratica per due anni prima per una brutta caduta e poi per una brutta avventura con una squadra che fu squalificata.

Facebook Comments

Tag:

There are no comments yet

Why not be the first

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: