7
Mar

Nuoto: Trofeo Sette Colli

nuoto Ronci Settecolli_2Il pontino Giuseppe Ronci in gara al Trofeo Settecolli di Roma, al fianco dell’olimpionico Cesar Cielo e dell’iridato Filippo Magnini. Non solo campioni olimpici del calibro di Federica Pellegrini, Cesar. Cielo o Oussama Mellouli, insieme ai big della nazionale italiana Filippo Magnini, Alessia Filippi e Luca Marin: alla quarantanovesima edizione del Trofeo Settecolli, nuoto Ronci Settecolli_2che si è svolto allo Stadio del Nuoto di Roma, ha preso parte anche Giuseppe Ronci, portacolori dell’Asd Aquaria di Pontinia. Il Settecolli, una classicissima del nuoto internazionale, ha visto in gara 39 Paesi e oltre 130 tra club italiani e stranieri e rappresentative nazionali. La parte del leone l’ha fatta la squadra azzurra, che ha schierato 18 ragazze e 29 ragazzi, per un totale di 47 atleti. Gli italiani si sono confrontati con nuotatori provenienti da tutti e cinque i Continenti, per una kermesse che ha rappresentato il vero e proprio antipasto degli imminenti Giochi di Londra. Campioni olimpici e mondiali hanno guidato i vari team nazionali per un edizione del Settecolli che ha trasmesso emozioni e riservato riscontri cronometrici che hanno modificato i ranking mondiali stagionali. Il pubblico ha risposto alla grande, con oltre 15 mila presenze in tribuna tra batterie e finali. Si è trattato della più grande gara prima dell’appuntamento olimpico. Per Giuseppe Ronci, dopo la partecipazione agli Eyof, gli Europei Giovanili dello scorso anno, continuano la crescita costante, le soddisfazioni personali e le presenze ad altissimi livelli.

«Essere nella stessa gara fianco a fianco con campioni del calibro di Cielo, Magnini, Irie – ha dichiarato il giovane campione di Priverno – è qualcosa di fantastico e di impensato fino a pochi anni fa». Soddisfazione tangibile nelle parole del suo coach, Mauro Gasbarroni: «Giuseppe continua nella sua crescita, aveva acquisito il diritto a partecipare a due gare ai recenti Campionati Italiani di categoria, i 100 dorso e i 50 stile libero, e si è ben difeso in tutte e due. I tempi sono buoni considerato il carico di lavoro del periodo. Non ci eravamo preparati appositamente per questa manifestazione perché sapevamo che le speranze di andare in finale contro avversari di questo calibro erano scarse, ma esserci era importante proprio per cominciare ad abituarsi a questo tipo di clima. Ci stiamo preparando per le gare del finale di stagione, in particolare i Campionati Italiani di agosto dove ci aspettiamo che Giuseppe sia tra i migliori, come sempre negli ultimi anni». Il pensiero di Gasbarroni va anche a tutti coloro che lavorano quotidianamente al suo fianco. «Voglio anche ringraziare – prosegue il coach – tutto lo staff associativo dell’Aquaria, che partecipa alla costruzione degli atleti, e tutti i miei collaboratori che mi aiutano curando il vivaio delle altre squadre. Contiamo di arrivare ad una squadra competitiva di 30-40 elementi nel giro di pochi anni. Giuseppe è solo l’apripista di una agguerrita pattuglia di nuotatori che stanno emergendo all’Aquaria, già dai prossimi giorni le squadre dei più giovani saranno impegnate nei Campionati Italiani Uisp e a settembre terremo una selezione aperta a chiunque voglia partecipare per l’inserimento nelle squadre dei più piccoli. Sono sicuro che a breve vedremo altri nostri atleti seguire le sue orme, per ora godiamoci queste grandi performance di Giuseppe».

Facebook Comments

Tag:

There are no comments yet

Why not be the first

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: