7
Mar

Mercoledì 13 giugno ore 19.00 il Comune di Fondi organizza la presentazione del libro “I Codici Della Vittoria” di Andrea Carnevale e Pierluigi Grande per Telethon e L’Udinese Per La Vita

libroComunicato Stampa: I Codici Della Vittoria Libro Firenze Libri

AUTORI PIERLUIGI GRANDE – ANDREA CARNEVALE – Comunicato www.firenzelibri.com I CODICI DELLA VITTORIA :
Organizzata dal Comune di Fondi con l’Assessorato allo Sport Cultura e Politiche Sociali mercoledì 13 giugno 2012 ore 19.00 presso Castello Caetani di Fondi – LT si terrà la presentazione dell’Opera I CODICI DELLA VITTORIA parteciperanno gli autori: Andrea Carnevale (Responsabile settore giovanile Udinese Calcio) e Pierluigi Grande (giornalista). Interverranno: Alfredo Costa Coordinatore di Theleton/ Salvatore De Meo Sindaco/ Lucio Biasillo Assessore Comunale / Lidano Cantarelli psicologo dello sport. I codici della vittoria”. Editore Firenze Libri.
Intero articolo :
Dopo la scelta della stessa, come libro di testo per un corso di allenatori di UEFA B, su volontà dello psicologo dello sport Lidano Canatrelli (che presenzierà alla presentazione), il quale nei contenuti del libro ha trovato indicazioni utili per i suoi interventi di pscologia e pedagogia dello sport , dopo l’ufficialità dell’editore a presentare l’opera al XVVI premio letterario Massarosa 2012, dopo l’onorevole presenza del 1-2-3 giugno alla manifestazione di Imperia chiusa con successo. Arriva la presentazione di Fondi alla quale gli autori tengono in modo particolare, Andrea è nato a Monte San Biagio e proprio Fondi è stato il suo primo campo di calcio. “Fondi e Monte San Biagio sono i miei paesi. – dice Andrea conferenza libro udineCarnevale- I cittadini di queste due cittadine sono stati sempre nel mio cuore, mi hanno accompagnato nel bellissimo viaggio sportivo che mi ha porttato a coronare il sogno di ogni bambino: diventare campione di sport. Loro sono stati sempre dentro la mia anima, dopo ogni gol, ogni successo, ogni sconfitta il mio pensiero andava alla mia famiglia e ai miei paesani. Questo libro ci voleva, con Pierluigi che è il giornalista che mi conosce meglio, abbiamo raccontato il mio gol della vita e i grandi personaggi che ho avuto il piacere d’incontrare nella carriera. Vi aspetto a Fondi mercoledì. Ringrazio tutti i miei paesani per il calore che sempre mi dimostrano…”

Nota Esplicativa:
libro I Codici Della Vittoria:I codici della vittoria, è un’opera dedicata a

tutti coloro che non si danno per vinti, a tutti coloro che nella vita vogliono

migliorarsi.

>Attraverso le combattute storie dei grandi personaggi dello sport,

>attraverso

>le parole, i comportamenti di chi deve vincere una partita, di chi deve

>sfidare

>e sfidarsi per il raggiungimento dell’obiettivo, si possono trovare i

codici

>per vincere in ogni settore della vita. Si possono trovare i segreti per

>stravolgere la nebulosa routine in un’appassionante, infinita e vincente

>partita.

>Il segreto dei campioni è il sogno! Sprigiona l’energia nascosta nell’io di

>ognuno di noi.

>E’ questo che raccontano gli autori Andrea Carnevale, amico e compagno di

>Diego Armando Maradona, nel Napoli del primo scudetto del 10/05/1987,

nonché

>ex

>nazionale e giocatore di Roma, Udinese, Catania, Cagliari e Reggiana e

>Pierluigi Grande, ex giornalista di Tele Montecarlo.

>Andrea racconterà le massime dei più grandi maestri di sport: Luis Vinicio,

>Nils Liedholm, Ottavio Bianchi e le ombre interiori di Diego Armando

>Maradona.

>Dalla prefazione del libro in argomento a cura del coordinatore Telethon

>Ing.

>Alfredo Costa:

>Il mondo dello sport è sempre stato, sin dai tempi più antichi, un mondo

>affascinante e foriero di forti emozioni: esaltazione per la vittoria dei

>propri idoli, frustrazione per le loro sconfitte, rabbia per le sconfitte

>ritenute in giuste o per prestazioni deludenti.

>Però la maggior parte dei tifosi non pensa a quello che sta dietro alle

>prestazioni degli atleti:allenamenti faticosi, rinunce, paure, ma anche

>cameratismo e gioia per la vittoria, il tutto unito da un unico filo

>conduttore, la volontà di andare avanti, senza darsi per vinti.Ben venga

>quindi

>un libro come “I codici della Vittoria” che, in una specie di “Amarcord”,

fa

>rivivere il mondo del calcio – lo sport più amato dagli italiani –

>attraverso

>le esperienze di chi, di quel mondo, è stato protagonista come Andrea

>Carnevale.

>Alfredo Costa Telethon

>

>Alcune pillole del libro:

>“Quella partita: Napoli-Fiorentina, il mio goal inciso in quel

primoscudetto

>del Napoli di Maradona a distanza di anni l’ho percepito, nei miei sensi,

>come

>una grande impresa sportiva e sociale. La mia grande impresa, l’esempio

>plateale che anche i più sfortunati possono farcela, possono combattere e

>vincere contro la squadra più temibile: il destino…Ho sempre combattuto, ho

>sempre sbagliato, sono sempre caduto, ho sempre pagato. Spesso ho pagato

>pegno

>in maniera ingiusta, anche quando non avrei dovuto, anche quando non mi

>toccava

>ma con forza, con orgoglio, con tutto me stesso posso dire al mondo intero

>che

>mi sono sempre rialzato, ho sempre vinto la mia partita, ed è successo

>sempre

>allo stesso modo: con un mio goal spettacolare”.

>“Udine è la mia casa. Udine e Napoli sono le città della mia vita. Due

>opposte, del tutto dissimili. Il destino ha voluto che proprio queste due

>città

>così lontane, così diverse nella storia, nella cultura custodissero i miei

>goal, un pezzo della mia vita. Le immagini della mia gioia: i goal, le

corse

>sfrenate per festeggiarli, gli abbracci infiniti sono lì segnati nei

gradoni

>del Friuli e del San Paolo, e la cosa che mi riempie i sensi è che nessuno

>potrà mai cancellarli. Sono un figlio adottato dalla famiglia Pozzo, e dopo

>l’

>ultima disavventura Giampaolo Pozzo mi ha riaperto il portone quando tutti

>me

>lo chiudevano in faccia. In quei momenti ci vuole una forza interiore

>superiore. Non mi sono mai vergognato dei miei errori. Questa è stata la

mia

>forza per ripartire: non vergognarsi, rispettare tutto, successi ed errori.

>La

>mia missione è ora trasferire ai più giovani tutto il mio vissuto.

>“Dovevo schiaffeggiarmi per tornare cosciente nella verissima realtà; un

>sogno, quello d’incrociare gli scarpini con i più grandi del calcio,

>diventato

>d’incanto realtà. Compagno di Zico, di un campione esemplare, un esempio di

>stile. Un campione ricco di virtù calcistiche ed umane. Lo ricordo come un

>professionista serio. Un brasiliano atipico, tutto calcio e famiglia,

>introverso ma sociale. Un carattere poco latino e molto europeo. Ho ancora

l’

>immagine delle sue infinite punizioni battute prima e dopo ogni llenamento,

>con

>le finte barriere. Un giorno ero rimasto seduto sull’erba a osservarlo; mi

>chiamò e mi disse: ‘Ragazzo, se vuoi imparare devi tirare, tirare e ancora

>tirare, non solo guardare! Io sono diventato uno specialista solo dopo aver

>provato e riprovato miliardi di volte. Il talento non basta. Io ho i piedi

>buoni, ma se non mi allenassi sulle punizioni andrebbero tutte fuori,

>ricordalo!’ M’invitò a batterle con lui. Ero alle stelle!” stelle!”

>

>UFFICIO STAMPA

Facebook Comments

Tag:

There are no comments yet

Why not be the first

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: